Visioni proibite. I film vietati dalla censura italiana (1947-1968) PDF

Visioni proibite. I film vietati dalla censura italiana (1947-1968)

Contenido del libri

  • Autore: Di Rocco Alessio
  • Editore: Lindau
  • I dati pubblicati: 30 Aprile '14
  • ISBN: 9788867082612
  • Formato del libri: PDF, Epub, DOCx, TXT
  • Numero di pagine: 575 pages
  • Dimensione del file: 33MB
  • Posto:

Sinossi di Visioni proibite. I film vietati dalla censura italiana (1947-1968) Di Rocco Alessio:

Grazie ai documenti originali e ad altre fonti d'epoca, spesso inedite,"Visioni proibite" ricostruisce in modo sistematico le vicissitudini dicentinaia di pellicole cui fu negato il nulla osta della censura. Sono stativittime di questa normativa (per altro mai abrogata) film di Steno eMonicelli, Ophuls, Bunuel, Ferreri, Chabrol, Waters e Fassbinder, ma anchepellicole sovietiche di propaganda, documentari esotici, commedie licenziose,horror di serie B, bassa pornografia. Spaziando dagli anni in cui GiulioAndreotti fu a capo della censura al '68, dal diluvio di pornografia dellafine degli anni '70 a casi celebri quali "Querelle" e "Toto che visse duevolte", i due volumi che compongono l'opera presentano uno spaccato storico,politico e sociale di un Paese in cui i mutamenti epocali del costume eranoaccolti con malcelato fastidio e dove a occasionali slanci progressistifacevano seguito ricadute oscurantiste. Questo primo volume, che arriva finoallo "spartiacque" del '68, e diviso in due sezioni, una di tagliostoriografico, l'altra invece costituita dalle schede dettagliate di tutte lepellicole bocciate (con l'indicazione puntuale dei tagli effettuati e dellealtre manipolazioni imposte dai censori). Prefazione di Carlo Lizzani.
Thanks to original documents and other sources of the period, often unpublished, "forbidden Visions" systematically reconstructs the vicissitudes of hundreds of films whose clearance was denied the allegation. Were victims of this statement (for more never repealed) movie by Steno and Monicelli, Oph??ls, Bu??uel, Ferreri, Chabrol, Waters and Fassbinder, but also Soviet propaganda films, documentaries, comedies, horror of licentious, low pornography. Ranging from years when Giulio Andreotti was in charge of censorship, from 68 to flood of pornography of late ' 70 in famous cases such as "Controversy" and "toto who lived twice", the two volumes that make up the work they present an insight into the historical, political and social development of a country where the epochal changes of costume were greeted with barely concealed annoyance and occasional outbursts where progressives were later relapses obscurantist. This first volume, which goes up to the "watershed" of ' 68, is divided into two sections, one cutting the other historiographical instead consist of detailed descriptions of all films rejected (with indication of cuts and other manipulations imposed by censors). Foreword by Carlo Lizzani.

Scaricare gratis Visioni proibite. I film vietati dalla censura italiana (1947-1968) in Italiano:

Visioni proibite. I film vietati dalla censura italiana (1947-1968) MP3Visioni proibite. I film vietati dalla censura italiana (1947-1968) Mp3
Visioni proibite. I film vietati dalla censura italiana (1947-1968) PDFVisioni proibite. I film vietati dalla censura italiana (1947-1968) PDF
Visioni proibite. I film vietati dalla censura italiana (1947-1968) EPUBVisioni proibite. I film vietati dalla censura italiana (1947-1968) EPUB
Visioni proibite. I film vietati dalla censura italiana (1947-1968) TXTVisioni proibite. I film vietati dalla censura italiana (1947-1968) TXT
Visioni proibite. I film vietati dalla censura italiana (1947-1968) DOCVisioni proibite. I film vietati dalla censura italiana (1947-1968) DOC
Visioni proibite. I film vietati dalla censura italiana (1947-1968) MOBIVisioni proibite. I film vietati dalla censura italiana (1947-1968) MOBI

Comentarios

Debora davidoff cigarettes price

Si sono esilaranti,si dovrebbe essere un libro comico

Elettra

ehi, davvero un buon libro, luv ya

Elda

Auch dieses würde ich bitte gerne il cellulare.

Benedetta

lol wow jen haha ​​ti amo :)

Filomena

aww che è così bello..mi amo :)